Header Image

Festival / InSuasa

_PARTECIPA AL BANDO 2020_hai tempo fino al 1 Marzo!_

Festival di Teatro Classico – InSuasa2020
Anfiteatro romano di Castelleone di Suasa (An)

IV EDIZIONE

Organizzato da Centro Teatrale Senigalliese e Comune di Castelleone di Suasa (An)
Inserito nella rassegna TAU (Teatri Antichi Uniti) in collaborazione AMAT

Dir. Artistica Michele Nardi, Filippo Mantoni

REGOLAMENTO

Art.1 – Destinatari
Sono ammessi alla partecipazione della selezione di InSuasa2020 Associazioni,
Gruppi o Compagnie operanti sul territorio nazionale ed europeo.

Art. 2 – Ammissibilità dei progetti e requisiti
Ogni gruppo può presentare fino ad un massimo di due spettacoli.
Le Compagnie selezionate dovranno essere in grado di presentare certificato di
agibilità (o esenzione), in caso contrario non potranno partecipare alla
selezione. Si precisa che il periodo del Festival sarà Luglio 2020.
Alla selezione saranno ammessi esclusivamente opere del Teatro Classico greco
e latino, spettacoli tratti dal mito e dalle leggende dell’antichità classica,
ammettendo anche adattamenti in chiave contemporanea.
Progetti di diversa natura saranno automaticamente esclusi.

Art. 3 – Modalità di partecipazione
La partecipazione alla selezione NON prevede una quota di iscrizione.
I partecipanti dovranno far pervenire entro le ore 12.00 del giorno 1 marzo
2020 all’indirizzo insuasa.spettacoli@gmail.com (oggetto: proposte –
InSuasa2020), la seguente documentazione:

– Video integrale (tramite link Youtube, Vimeo ecc. NO Wetransfer);

– Scheda artistica (o breve presentazione, foto di scena, rassegna stampa, ecc.);

– Scheda Tecnica;

– Curriculum della Compagnia e del regista dello spettacolo;

– Contatti e-mail e numero di telefono del referente del progetto;

Non saranno ammessi alla selezione progetti la cui documentazione sia incompleta.

Art. 4 – Selezione
Sulla base del materiale presentato, il Centro Teatrale Senigalliese coordinato dalla Direzione Artistica del festival selezionerà i partecipanti al Festival di Teatro Classico “InSuasa”.
I giudizi espressi dalla commissione sono insindacabili.
Sarà data comunicazione, a tutti i partecipanti dell’esito della selezione tramite mail.
La Commissione esaminatrice si riserva 30 (trenta) giorni per l’invio della suddetta mail.

Art.5 – Inserimento Festival
I progetti vincitori saranno inseriti nel Festival e ad ogni spettacolo verrà riconosciuto un contributo fino ad un valore massimo di 1000 euro (iva inclusa)
per mettere in scena il proprio spettacolo. Tale compenso verrà erogato esclusivamente su presentazione di regolare fattura.

Art. 6 – Documentazione da presentare per i selezionati
– Per opere tutelate: titolo, autore, traduttore (se opera straniera), dati relativi all’eventuale musica utilizzata all’interno dello spettacolo, numero di codice opera S.I.A.E, permesso di rappresentazione dello spettacolo da parte della S.I.A.E o degli aventi diritto.
– Per opere non tutelate: liberatoria da parte dell’autore.
Art. 7 – Domande, informazioni, ecc.
Per qualsiasi domanda o richiesta inerente al Festival e alla Selezione vi
invitiamo a contattarci tramite mail all’indirizzo: insuasa.spettacoli@gmail.com
con oggetto “Info Selezione InSuasa2020”.

Rivalutare lo spazio culturale. Rivivere lo spazio collettivo.

Il Festival di Teatro InSuasa, giunto alla seconda edizione, prende il nome proprio dal patrimonio che è e rappresenta: la città romana di Suasa, uno scavo di grande rilevanza per la regione Marche e che si inserisce nei patrimoni italiani tutelati dal FAI (Fondo Ambiente Italiano).

 

Nata lo scorso anno, InSuasa mira a creare una vera e propria riappropriazione del Teatro in un luogo che al Teatro anticamente era deputato, un luogo dove la collettività si riuniva per riflettere, discutere, emozionarsi, divertirsi, godere: essere viva e pensante.

 

Centro Teatrale Senigalliese – Comune di Castelleone di Suasa

Programma Edizione 2018

InSuasa - Festival di Teatro

Venerdì

27 luglio

ANFITEATRO ROMANO DI SUASA
ore 21,15

Donne al Parlamento – Ecclesiazuse
da Aristofane, adattamento e regia di Lorenzo De Liberato

 

Compagnia Di Necessità Virtù

 

scheda spettacolo Biglietti disponibili

Sabato

28 luglio

ANFITEATRO ROMANO DI SUASA
ore 21,15

I numeri dell’Anima
dal “Menone” di Platone, adattamento e regia di Flavio Albanese

 

Compagnia Del Sole

 

scheda spettacolo Biglietti disponibili

Venerdì

3 agosto

ANFITEATRO ROMANO DI SUASA
ore 21,15

Odissea
ispirato a Omero, drammaturgia e regia di Livio Valenti

 

Compagnia NATA

 

scheda spettacolo Biglietti disponibili

Sabato

4 agosto

ANFITEATRO ROMANO DI SUASA
ore 21,15

Le Supplici ovvero L’Ultimo Dio
scrittura originale da Eschilo, testo e regia Sofia Bolognini

 

Compagnia Bologninicosta

 

scheda spettacolo Biglietti disponibili

location
ANFITEATRO ROMANO
Castelleone di Suasa

347 923 7933

La prima edizione

Ideata dagli attuali direttori artistici Filippo Mantoni e Michele Nardi, InSuasa nata nel 2017 nasce dall’esigenza di mettere in pratica la sensibilità maturata negli anni di studio a servizio di uno spazio, l’Anfiteatro romano di Suasa, che non poteva essere privo di teatro. Dell’antica struttura rimangono purtroppo solo i resti esterni: le mura. Tuttavia questo magico involucro ci ha permesso di accogliere un pensiero, un contenuto fondamentale in questo luogo che nell’antichità ha vissuto di teatro: lo scambio vivo che avviene tra attore e pubblico, l’incontro.

 

Nell’edizione 2017 il palco di InSuasa ha visto rappresentate opere selezionate tramite un’ampia selezione, cui hanno partecipato oltre 100 compagnie provenienti da tutta Italia. Nella serata d’apertura i gli stessi direttori artistici sono andati in scena con “Decameron – Tutto nel baule!”, in seguito sono stati rappresentati “Sic transit gloria mundi” di Ippogrifo Produzioni, “La leggenda del pescatore che non sapeva nuotare” di Gitiesse Artisti Riuniti e “MOMS – il primo varietà sulla maternità” della compagnia Tacchi Misti.

Il pubblico di InSuasa ha partecipato con entusiasmo e si sono registrate complessivamente più di 400 presenze per quattro serate in un luogo che aveva perso negli anni un vero e proprio indirizzo teatrale.