Header Image

CHI SIAMO

Il Centro Teatrale Senigalliese nasce nel 2010 come struttura stabile e pubblica per un nuovo Teatro Popolare d’Arte.​

Il CTS è una nave pirata battente bandiera Teatro Popolare. Stanchi di navigare nei mari illusori del sistema teatrale italiano, cercavamo un’Utopia: un luogo che prima non c’era e che oggi ci siamo presi la responsabilità di costruire. Se la normalità è fatta di “non-luoghi” e di precarietà, noi, da buoni pirati, sventoliamo la nostra diversità! Abbiamo creato un luogo radicato e stabile dove si pensa al teatro come ad una seria impresa culturale e artigianale. Un’impresa dove la produzione, la formazione, la ricerca e la diffusione sono integrate fra loro e sempre organiche ad una visione: il teatro dev’essere percepito come un “fatto culturale” complesso e i suoi aspetti popolari e politici sono i pilastri da cui ripartire per riaccendere il motore della trasformazione e del miglioramento della società. Il nostro covo è Senigallia. La nostra isola è, per sua natura, plurale: le Marche.

Cerchiamo di mantenere fede alle parole lasciateci in una pergamena dal primo pirata, Paolo Grassi:
”Noi vorremmo che autorità e giunte comunali, partiti ed artisti, si formassero questa precisa coscienza del teatro, considerandolo come una necessità collettiva, come un bisogno dei cittadini, come un pubblico servizio alla stregua della metropolitana e dei vigili del fuoco, e che per questo preziosissimo pubblico servizio, nato per la collettività, la collettività attuasse quei provvedimenti atti a strappare il teatro all’attuale disagio economico e al presente monopolio di un pubblico ristretto, ridonandolo alla sua vera antica essenza e alle sue larghe funzioni.”

Il Centro si occupa di Teatro Popolare in quattro direzioni:

1) Formazione: nel C.T.S. è attiva dal 2011 una Scuola di Teatro che vuole dare strumenti concreti per affrontare il mestiere dell’attore. L’insegnamento si basa su una linea di ricerca che lega la Commedia dell’Arte al Teatro Contemporaneo e i suoi sviluppi nell’Antropologia Teatrale. Il percorso didattico si fonda su un approccio multidisciplinare e si struttura in diverse Sezioni dall’infanzia alla terza eta’, dal Teatro Sociale alla Commedia dell’Arte fino ai workshop d’alta formazione.

2) Produzione: il C.T.S. produce spettacoli della Cantina Rablé, compagnia di teatro popolare interregionale che da gennaio 2016 ha attivato ben 10 posizioni contrattuali. La compagnia ha avuto l’onore di avere la regia del Maestro Carlo Boso per il suo secondo spettacolo: un riadattamento molto particolare dell'”Arlecchino Servitore di due Padroni“. Lo spettacolo ha debuttato l’11 e il 12 febbraio 2016 al Teatro La Fenice di Senigallia (650 posti) con un duplice “tutto esaurito” ed è stato subito invitato alla prestigiosa Giornata Mondiale della Commedia dell’Arte svoltasi a Padova il 25 febbraio col Patrocinio dell’UNESCO.

3) Diffusione: oltre a progetti di “Teatro Quartiere”, Teatro Sociale, Teatro per le Scuole e Reading Teatrali, nel 2014 si è svolta la prima edizione del Bacaja‘! Festival Internazionale del Teatro Popolare. Il Festival, tramite percorsi formativi e spettacoli, è un crocevia dove si incontrano i più grandi maestri e le migliori compagnie del Teatro Popolare Europeo.
Hanno collaborato Maestri come Carlo Boso, Claudia Contin, Elena Serra e Michele Monetta.
Sono stati ospitati artisti del calibro di Leo Bassi, Paolo Nani, Ugo Dighero, Titino Carrara.
Compagnie quali Stivalaccio Teatro, Teatro Picaro, I Nuovi Scalzi, Il Carro dei Comici.

4) Ricerca: è disponibile nel Centro, aperta a tutti e gratuita, un biblioteca con 700 volumi riguardanti le arti sceniche.

Il Centro è diretto da David Anzalone, attore, autore e regista teatrale.

Siamo noi

il Consiglio Direttivo
David “Zanza” Anzalone
Attore, Autore e Regista teatrale Direttore Artistico
Serenza Anzalone
Antropologa e Organizzatrice teatrale
Filippo Mantoni
Attore, Regista, Drammaturgo
Francesca Berardi
Insegnante, Attrice e Formatrice Teatrale
Laura Pettinelli
Educatrice, Assistente didattica, Attrice, Danzatrice e Operatrice di Teatro Sociale