Header Image

Teatro Sociale

Richiedi informazioni

I Luoghi del Possibile – Esperienze di Teatro Sociale

“Nasce un teatro come espressione di piccoli gruppi di persone che forse presentano necessità e contraddizioni che riguardano un numero limitato di individui. Essi però esistono, si manifestano e agiscono fra di noi. Sono gruppi che non si sognano come veicoli di grandi parole, di grandi messaggi, , di grandi dibattiti, ma che cercano la strada perché il singolo entri in contatto con il singolo, il diverso con il diverso. Non contenuti nuovi, ma rapporti nuovi, spesso difficilmente decifrabili, vengono a prendere il posto lasciato vuoto dagli abituali contenuti del teatro. Non è un “altro” teatro che nasce. Altre situazioni cominciano ad essere chiamate teatro.”
(Eugenio Barba, Teatro. Solitudine, mestiere, rivolta, Ubilibri, Milano, 1985, 1996, p.181)

Portare il teatro fuori dal teatro, nei luoghi di cura e disagio, ma anche della formazione per creare momenti e spazi di incontro e relazione attraverso percorsi laboratoriali che promuovano il benessere della persona e l’inclusione sociale.

“I Luoghi del Possibile” sono una serie di proposte di teatro sociale promossa e realizzata al fine di favorire il benessere della persona. La creazione di un luogo e di un tempo di incontro, scambio, condivisione e cooperazione può rendersi possibile grazie all’interazione e integrazione di realtà diverse e compiersi anche attraverso l’esperienza del laboratorio di teatro aperto a tutti. I Luoghi del Possibile mirano a creare l’occasione di mettere in relazione persone con storie e vissuti diversi, offrendo loro stimoli che facilitino l’interazione attraverso l’esperienza artistica e sociale del teatro e i suoi molteplici linguaggi.

ATTIVITA’ SVOLTE

In collaborazione con Associazione di Promozione Sociale “Il Valigiante”
Condotto da LAURA PETTINELLI presso Centro Diurno “G. Romita” di Ostra Vetere

Il corpo, inteso nella sua globalità fisica, sensoriale ed emotiva, è lo strumento attraverso cui recepiamo gli stimoli esterni e che permette di esplorare e conoscere il mondo circostante. Ogni corpo ha il proprio linguaggio e una enorme capacità d’espressione e tutto il nostro sentire e agire passa attraverso i sensi. E il gioco del teatro può essere un contenitore di attività che coinvolgono, allo stesso livello, ascolto di sé, incontro con l’altro e relazione, allenamento fisico, emotività e possibilità espressive. Il laboratorio è lo strumento attraverso il quale si compie l’esperienza teatrale in tutte le sue sfumature descritte.

Attraverso laboratori ludico-esperienziali e attività di propedeutica teatrale

  • Il Corpo: esercizi e tecniche di riscaldamento e rilassamento.
  • Lo Spazio: esercizi per allenare la consapevolezza dello spazio e sperimentazione dello spazio scenico.
  • Le Emozioni: i movimenti del cuore, del viso e del corpo come specchio delle emozioni.

Laboratorio artistico:

  • Laboratorio “Sensi Allegri” : i sensi sono canali privilegiati per attivare la dimensione emotiva e relazionale. Il tatto, l’udito, l’olfatto e il gusto, la vista diventeranno mezzi espressivi. Una lezione al mese verrà dedicata ad attività artistiche legate ai sensi.

Esito finale: lezione aperta e condivisa “RACCONTO DI UNA STRAORDINARIA QUOTIDIANITA’”, nascita de “LA PICCOLA COMPAGNIA DEI SENSI ALLEGRI”

LABORATORI ATTIVI

Condotto da LAURA PETTINELLI

Il viaggio continua e la Piccola Compagnia dei Sensi Allegri prosegue il suo percorso tra attività teatrali ed esperienze sensoriali favorendo l’espressione attraverso i sensi, canali privilegiati per attivare la dimensione emotiva e relazionale.
Obbiettivo Generale: il corso si propone di offrire al gruppo un’ esperienza di incontro con sé stessi e con gli altri integrando e valorizzando le diversità.

Obbiettivi specifici:

  • offrire alle persone che vivono la realtà del centro diurno la possibilità di limitare l’ esclusione sociale;
  • offrire a tutti i partecipanti momenti di condivisione di un’ esperienza fuori dal quotidiano;
  • favorire la dimensione dell’ accoglienza;  offrire uno spazio per giocare con l’immaginazione;
  • creare un ambiente che favorisca un clima di collaborazione e attenzione verso l’ altro;
  • Offrire uno spazio creativo al fine di valorizzare le diversità proprie e altrui.

Strumenti:
Laboratori ludico-esperenziali realizzati attraverso attività di propedeutica teatrale e d esperienze grafico-artistiche:

  • Il Corpo: esercizi e tecniche di riscaldamento e rilassamento.
  • Lo Spazio: esercizi per allenare la consapevolezza dello spazio e sperimentazione dello spazio scenico

Condotto da LAURA PETTINELLI presso Residenza Protetta per disabili di Corinaldo

è una proposta di teatro sociale rivolta a tutti gli utenti della Residenza Protetta di Corinaldo al fine di offrire stimoli dal sapore extra-quotidiano che permettano la creazione di un tempo e di un luogo di incontro, scambio e condivisione, dove stare o esprimere se stessi senza giudizio.

“GIOCOMONDO” si rifà all’idea che rapportarsi al mondo circostante può voler dire impegnarsi in un rapporto sofisticato con un mondo immaginario, ma anche, rispondere semplicemente agli stimoli dell’ambiente circostante, all’interno di un setting ludico e stimolante. Il teatro può aiutare a maturare capacità d’interazione, comunicazione sociale e pensiero creativo in situazione di disabilità, anche grave. Il canale sensoriale può rappresentare un tramite di scambio ed espressione attraverso un linguaggio ampiamente comprensibile. Pensare il teatro in termini di colore ,luce, tessuti, forme, movimenti, suoni è riconoscerne una potenzialità quale ambiente sensoriale utile a stimolare comportamenti attentivi e reattivi verso il proprio Piccolo Mondo circostante e quindi, potenzialmente, verso gli altri.

Obbiettivo Generale:

  • il corso si propone di offrire al gruppo un’ esperienza di incontro con sé stessi e con gli altri

Obbiettivi specifici:

  • lavorare sulla sensorialità come tramite di esplorazione di se stessi e del “mondo” circostante e degli altri.
  • stimolare la disponibilità ad esplorare l’ambiente
  • stimolare comportamenti attentivi
  • offrire a tutti i partecipanti momenti di condivisione di un’ esperienza fuori dal quotidiano.
  • offrire uno spazio per giocare con l’immaginazione attraverso la sensorialità;
  • creare un ambiente che favorisca esperienze potenzialmente ricche di di significati emotivi condivisi
  • Offrire uno spazio creativo al fine di valorizzare le diversità proprie e altrui.

Strumenti:

  • Laboratori ludico-esperienziali realizzati attraverso attività di propedeutica teatrale ed esperienze grafico-artistiche